Elenco dei prodotti per produttore Castello di Neive

I  fratelli Stupino - Anna, Giulio, Italo e Pietra -  sono i proprietari del Castello e di circa 60 ettari di terreni in Neive. Sono tutti nati a Neive come pure i genitori, i nonni ed i bisnonni .La storia dell’azienda ha inizio quando loro padre, Giacomo, comincia a mettere a frutto la sua esperienza di geometra e grande conoscitore dell’area e ad acquisire, ove possibile, terreni e vigne nelle posizioni migliori. Nelle piccole cantine della vecchia casa degli Stupino inizia così la prima produzione di vino per consumo domestico e per la vendita sfuso.


Messoirano, Montebertotto, Basarin, Valtorta, I Cortini: il numero delle cascine e delle vigne acquistate da Giacomo cresce e così anche la produzione. Ed è così che nel 1964 viene acquisito il castello con le sue spaziose cantine e con le cascine Santo Stefano e Marcorino, oltre ad altri terreni già del conte Guido Riccardi Candiani. E’ questa la svolta che spinge ad organizzare la cantina, a ristrutturare le vigne lasciate a gerbido dal vecchio proprietario, a produrre vino con sistemi moderni.


Alla morte di Giacomo, nel 1970, Giulio ed Italo curano la trasformazione da mezzadria a conduzione diretta dei beni, con il prezioso ausilio di Talin Brunettini, abile cantiniere e conoscitore delle tecniche agronomiche.


Inizia quindi il primo imbottigliamento e l’introduzione dei vini del Castello di Neive nel mondo. Nel 1978 un altro grande traguardo: grazie alla collaborazione tra Italo e alcuni grandi personaggi della Facoltà di Agraria di Torino – i professori Italo Eynard ed Annibale Gandini - inizia l’impianto di selezione clonale sull’Arneis, uva abbandonata e pressoché sconosciuta, della cui riscoperta il Castello di Neive ha giocato un ruolo centrale.

Mostrando 1 - 14 di 14 articoli
Mostrando 1 - 14 di 14 articoli